Promozione. Il Piombino soffre ma supera il San Miniato, 1 a 0

30.01.2023 23:05 di Gordiano Lupi   vedi letture
Il Piombino esulta
Il Piombino esulta
© foto di Gordiano Lupi

Piombino - Stadio Magona riscaldato da un tiepido sole che rende sopportabile il primo giorno della merla, spettatori più del solito ma non quanti ne meriterebbero questi ragazzi che in campo ci mettono il cuore. Immancabili i nostri ultras, quel che resta delle Brigate d’Acciaio - immortalati in una foto - che hanno sostenuto i nerazzurri con canti e cori per tutta la gara. Si comincia così, San Miniato nella classica casacca rossoblu, Piombino in gialloblu e nerazzurro sulla banda centrale, arbitro di Grosseto, ultras che cantano quelli innamorati come noi … combatteremo per il nostro grande amor … 

Clima da battaglia (sportiva) stemperato da un minuto di raccoglimento per il Giorno della Memoria e da un doveroso stop alle ostilità al 21’ del primo tempo, per ricordare le tragiche partenze per Auschwitz dal famigerato Binario 21 della stazione di Milano. Il Piombino scende in campo con Fiaschi tra i pali, Castellazzi e Pagni difensori di fascia, Martelli e Sonnini centrali, Bartolini e Biondi sulla linea mediana, Paggini cursore a tutto campo, Barchi centravanti arretrato (mossa che dire azzeccata non rende l’idea), Scuglia e Mori attaccanti puri. Miglior formazione non si potrebbe scegliere, Brontolone le indovina proprio tutte, nel primo tempo la squadra gira al meglio, si contano otto occasioni da rete per i nerazzurri nella prima mezz’ora. Sonnini dopo un minuto potrebbe già insaccare, Pagni al terzo minuti tira alto, Barchi al 5’ ci prova di testa e replica al 17’ su cross di Paggini, ancora Mori al 18’ va vicino al gol, infine replica Paggini al 26’. Gli ospiti sprecano una grande occasione in contropiede con Zini che calcia fuori da buona posizione. Al 27’ Mori non corregge a rete un invitante cross di Paggini (tra i migliori in campo), ma al 33’ si fa perdonare perché inventa un gol bellissimo dalla media distanza, con un gran tiro che s’insacca alla destra di Micheli. Il Piombino termina in vantaggio un primo tempo giocato alla grande, forse con un eccessivo dispendio di energie in cambio di un solo gol realizzato. 

Il San Miniato rientra in campo trasformato e determinato, Valori fa due sostituzioni dopo cinque minuti e immette forze fresche (Faraoni e Giani), il centrocampo nerazzurro subisce a lungo la pressione ospite e spesso arretra pericolosamente il baricentro. Si tratta di un predominio sterile, però, perché la difesa piombinese (che oggi mancava dell’ottimo Politi, ben sostituito da Castellazzi) controlla, anche se in alcuni casi pare in affanno. Pericoli veri e propri per Fiaschi non ce ne sono, finalmente al 29’ entra Gargini a dare un po’ di respiro al centrocampo e a rilevare Scuglia, che non ha demeritato ma pare stanco. Brontolone gioca anche la carta Papa, che al 36’ subentra a Paggini, per avere un uomo di esperienza in campo capace di rallentare il gioco e di prendere qualche calcio di punizione a favore. Il Piombino potrebbe anche raddoppiare in contropiede con Gargini, al 39’, ma il centrocampista perde l’attimo buono per battere a rete. Il San Miniato ha appena il tempo per protestare sulla mancata concessione di un calcio di rigore (inesistente) e di prendersela un po’ con l’arbitro (allenatore espulso), poi la gara finisce. Tripudio degli ultras e giocatori che vengono a prendersi i meritati applausi sotto la gradinata, per finire la festa nello spogliatoio. 

Il Piombino di quest’anno è davvero un bel gruppo! Adesso attendiamo Cecina, derby dal sapore d’altri tempi, contro una squadra che pare imbattibile. Hai visto mai?

Piombino - San Miniato 1 a 0 (1 a 0)

Atletico Piombino: Fiaschi (7), Castellazzi (7), Pagni (7), Bartolini (6,5), Sonnini (7), Martelli (7), Paggini (8) (dal 36’ 2t Papa, ng), Biondi (6,5), Barchi (8), Scuglia (8) (dal 29’ 2t. Gargini, 7), Mori (9). A disposizione: Neri, Carelli, Talocchini, Gentili, Turco, Brasci. All. Brontolone (7).

San Miniato: Micheli, Bettarini, Nidiaci ( dal 30’ 2t Faraoni), Marconcini, Scali, Mori, Pacciani (dal 5’ 2t Campani), Marianelli, Kodraziu, Boni (Giani (dal 5’ 2t), Zini. A disposizione: Casalini, Boldrini, Campinoti, Colibazzi, Gallina, Morelli. All. Valori

Rete: 33' pt Mori.

Arbitro: Bonamici di Grossetro (5) coadivuvato da Seneviratna (6) e Gambini (6) di Pontedera.